Incontro IBL con Bernardo Mattarella sul FOIA italiano

“Un Foia per l’Italia”
confronto sulla legge per la libertà di accesso all’informazione di prossima presentazione

18:00 – Martedì 24 Novembre
Associazione Stampa Romana
Sala Paola Angelici – 1° piano –  Piazza della Torretta 36, Roma

intervengono

Bernardo Mattarella, capo ufficio legislativo del Dipartimento per la funzione pubblica
On. Anna Ascani, deputato PD
Ida Nicotra, componente dell’Autorità nazionale Anticorruzione
Ernesto Belisario, componente del Tavolo permanente per l’innovazione e l’agenda digitale italiana presso la presidenza del Consiglio dei ministri
Guido Romeo, data&business editor di Wired Italia, presidente Diritto Di Sapere

coordina

Serena Sileoni, vicedirettore generale, Istituto Bruno Leoni.

Martedì 24 Novembre, per la prima volta la società civile potrà confrontarsi con chi sta scrivendo il futuro del diritto di accesso alle informazioni in Italia.

Con l’approvazione della riforma della Pubblica Amministrazione lo scorso Agosto e grazie all’emendamento firmato dagli Onorevoli Anna Ascani e Paolo Coppola, il Governo ha ricevuto dal Parlamento il mandato di scrivere entro sei mesiun decreto per una nuova legge sulla libertà di accesso all’informazione.

Annunciata come il Freedom of infomation act (Foia) italiano la nuova legge dovrebbe facilitare l’accesso, da parte dei cittadini ai documenti, alle informazionie ai dati in mano alle Pubbliche Amministrazioni.

Si tratta di una misura essenziale che la maggioranza delle democrazie avanzate possiede già da anni e che garantisce un’amministrazione più trasparente, un miglior contrasto della corruzione e un’economia più competitiva.

Nella conferenza stampa organizzata da Foia4Italy lo scorso 29 Ottobre, l’On. Anna Ascani, firmataria anche della proposta di legge 3042 sul diritto di accesso ispirata al testo di Foia4Italye oggetto di tre review internazionali, ha confermato che il decreto è in fase di scrittura e che entro la fine dell’anno l’Italia avrà un Freedom of Information Act. Tuttavia, l’efficacia del provvedimento dipenderà enormemente dal suo contenuto del quale,a 100 giorni dalla scadenza del mandato governativo, non si conosce alcun dettaglio.

Riunendo le principali personalità attive nella promozione, nella stesura e nell’applicazione del Foia italiano, l’incontro organizzato dall’Istituto Bruno Leoni sarà, dunque, un’importante occasione per dibattere su temi fondamentali quali l’impatto dell’accesso universale sull’economia italiana, il bilanciamento con l’obiettivo di un’amministrazione snella ed efficiente, l’integrazione alle azioni di lotta alla corruzione.

 

Scarica comunicato stampa

  • Standard Post
  • Written by Claudio Cesarano